Questo sito non utilizza cookies di profilazione, nè propri nè di altri siti. Vengono utilizzati cookies tecnici per consentirti una più facile fruizione di alcune funzionalità del sito e Google Analytics per migliorare le funzionalità del sito

Racconta il trekking

Racconta il trekking

Creato: Martedì, 08 Giugno 2021 21:29 | Rate this article
( 0 Votes ) 
| 128 Hits | Categoria: Racconta il trekking | Ultima modifica: Martedì, 08 Giugno 2021 21:34 | Comment count: 0

il sabato sera non si esce più

.... il sabato sera non si esce più...

.... il sabato sera non si esce più... eh no! La domenica ci si alza all'alba come la domenica del 06/06/2021 : sveglia alle 05:15 zaino in spalla scarponi e viaaaa verso una nuova meta, nuovi sentieri che affascinano...nuove persone da conoscere... le sorgenti di Frida ....un morimus a spiarti al tuo passaggio... l'esplosione di fiori e dei lori magnifici colori... il blu della genziana verna il giallo del ranunculus... la salita col suo bel dislivello +700... fino all'arrivo in vetta, La Mula 1935m ed il suo panorama sconfinato su tutto il Parco Nazionale del Pollino.

Rosanna La Regina

Creato: Lunedì, 07 Giugno 2021 13:49 | Rate this article
( 0 Votes ) 
| 186 Hits | Categoria: Racconta il trekking | Ultima modifica: Lunedì, 07 Giugno 2021 13:52 | Comment count: 0

L’escursione è stata una vera e propria scoperta...

L’escursione è stata una vera e propria scoperta...

 

Spesso mi imbatto in persone che, sentendo il racconto delle mie gite in montagna, lasciano trapelare la loro concezione di escursione: lunga camminata lungo sentieri più o meni impervi, fatica, sudore e stanchezza.
Oggi avrei voluto quelle persone con me e con il gruppo guidato da Gaetano Sangineti e da Stefano Saetta.
L’escursione è stata una vera e propria scoperta, un camminare lento e attento lungo sentieri che attraversano magnifici boschi di faggi a partire dal piano di Novacco fino alla Fiumarella di Rossale.
La camminata si è svolta tra momenti di ascolto dei suoni del bosco, momenti di concentrazione sul nostro respiro, ma anche osservazioni della ricca biodiversità vegetale che caratterizza il Parco del Pollino e che vede in questa stagione un tripudio di fiori, di colori, di profumi.
Nell’ultimo tratto di percorso, lungo il corso d’acqua che scorreva regolare, regalandoci una vera e propria melodia, il paesaggio diventa fiabesco, suggestivo, ricco di energie positive.
La temperatura dell’aria non molto calda e il cielo a tratti velato hanno favorito la creazione di una condizione di benessere fisico, necessaria per predisporci bene alla nostra esperienza di SAHAJA YOGA: una meditazione guidata dalla bravissima Stefania Monaco e finalizzata al risveglio spontaneo della Kundalini, l’energia che ogni essere ha in sé, a livello di osso sacro e che, nella maggior parte dei viventi si trova in uno stato dormiente.
Durante la mezz’ora di meditazione guidata, ogni persona ha potuto fare esperienza di concentrazione su di sé e sulla sua interiorità, entrando in connessione con la natura, come parte di essa.
Al termine della meditazione e del pranzo al sacco, abbiamo fatto ritorno alle nostre automobili, con la condivisione della percezione di serenità e relax, che hanno caratterizzato la giornata, favorendo anche la costruzione di un ottimo clima di gruppo.
Unico aspetto negativo dell’escursione è stato il ritrovamento e la conseguente raccolta da parte di Luigi e di Stefania, di molti, troppi, rifiuti abbandonati, resti di passaggi di persone che ancora sono legate alla relazione di dominio e proprietà dell’uomo verso la natura. Abbiamo anche trovato tracce di pic nic con resti di fuoco impunemente e imprudentemente acceso ai piedi di un faggio maestoso.
L’esperienza unica, coinvolgente e suggestiva è certamente da ripetere, sperando di estendere la diffusione della pratica di meditazione a un numero sempre maggiore di persone, affinché possano essere aiutate a percepirsi e viversi in costante connessione con la natura, con la madre terra.

Antonia Romano

Creato: Lunedì, 15 Febbraio 2021 14:01 | Rate this article
( 2 Votes ) 
| 582 Hits | Categoria: Racconta il trekking | Ultima modifica: Lunedì, 15 Febbraio 2021 14:01 | Comment count: 0

Nel bianco silenzio

Nel bianco silenzio...

Nel bianco silenzio, camminando su sentieri coperti da fiocchi magici e leggeri, lasciando ad ogni passo un nostro segno, rigenerando mente e anima, riesco ancora ad assaporare la meraviglia di questi paesaggi incantati grazie a Discoverpollino e guide Gaetano e Stefano.

Marilena Vaccaro