Questo sito non utilizza cookies di profilazione, nè propri nè di altri siti. Vengono utilizzati cookies tecnici per consentirti una più facile fruizione di alcune funzionalità del sito e Google Analytics per migliorare le funzionalità del sito

Trekking

| Rate this article
( 1 Vote ) 
| 831 Hits | Comment count: 0

Abbigliamento invernale per la montagna

Abbigliamento invernale per la montagna

La montagna d’inverno regala spettacoli che deliziano la vista e il cuore. L’aria pulita inebria i polmoni, i paesaggi innevati, i tramonti ad alta quota, il rosso si riflette sul bianco della neve, il silenzio e la pace di radure isolate dal resto del mondo offrono emozioni indescrivibili per cui vale la pena praticare escursionismo, anche, in questo periodo dell’anno. Fare trekking durante la stagione invernale è un’esperienza unica, specie s'è affrontata con consapevolezza relativa alle problematiche che la stagione può comportare. In primo luogo: il freddo e le basse temperature, seguite dalla presenza della neve e ghiaccio che può rendere più faticoso e più complicato camminare in montagna. Le giornate diventano più corte e le ore di luce a disposizione sono minori, quindi quando la luce va via le temperature scendono velocemente durante l’inverno.

Qual è, quindi, l’abbigliamento che si s'addice maggiormente al trekking invernale in montagna, che permette di fare escursioni e ciaspolate anche quando le temperature scendono sotto lo zero e il freddo diventa estremo?

Scopriamolo insieme...

Per affrontare al meglio la nostra giornata in montagna nel periodo freddo, bisogna avere un abbigliamento quanto più impermeabile possibile, soprattutto per quel che riguarda scarpe e pantaloni... sarà indispensabile avere un cappellino, magari in micro- pile, traspirante, uno scalda- collo, una fascia e sicuramente un passamontagna, possibilmente con materiale tecnico per le giornate con forte vento, occhiali da sole e crema protettiva.

Bisogna considerare che nonostante le basse temperature sulla neve, ci si muoverà quasi tutto il tempo, quindi il corpo tenderà a riscaldarsi e sviluppare molto calore, per tale motivo è fondamentale vestirsi a strati (Cipolla) Che cosa significa vestirsi a Cipolla? Cioè riuscire a spogliarsi velocemente e ricoprirsi proprio come una cipolla :D Diciamo di si... Scherzi a parte “a cipolla” ovvero “ A strati”, Ma Come?

L'abbigliamento ottimale consigliato dovrebbe prevedere, un intimo termico traspirante ovvero il (1° strato Traspirazione) successivamente, un pile, micro pile o maglia tecnica o piumino che è il (2°strato Calore),Una giacca a vento che và a dare il (3° strato Antivento) completando il tutto, con un guscio, o un soft-shell o se non si dispone di questi, una mantellina antipioggia, quindi il (4° strato finale Impermeabilità).

La Cosa fondamentale sono i guanti, se possibili in materiale “Gore-tex “tessuto impermeabile, il mio consiglio è quello di utilizzare anche i sotto guanti con tessuti sottili e termici e cercare di NON farli cadere nella neve...magari impegnati quando scattiamo le nostre belle foto. È molto importante l’uso di abbigliamento tecnico sintetico e traspirante , evitando di utilizzare abbigliamento di cotone.

La parte che verrà più a contatto con la neve sono senz’altro i piedi, il consiglio è quello di indossare scarponi da trekking “assolutamente alti” e con suola ben scolpita, soprattutto per preservare la sicurezza delle nostre caviglie ma soprattutto utilizzare scarponi, quanto più impermeabili possibili con alto livello di isolamento termico con finitura con materiale in “Gore-Tex”.

I piedi, sapevate che sono la parte più' importante del nostro corpo? dunque devono stare assolutamente al caldo nelle nostre uscite, quindi saranno indispensabili i calzettoni da trekking caldi, morbidi nelle punte della dita, ( molte calze tecniche hanno le rifiniture sulle punte come dei cuscinetti e rinforzi sui talloni e tendine). E per i più freddolosi ? Si può' optare per un paio di calzettoni aggiuntivi, da indossare sotto, ma con un tessuto “termico, tecnico”, dunque molto sottile, per non poi avere problemi fastidiosi di calzata durante la giornata .

Salendo dunque è necessario proteggere le gambe, fondamentale avere un paio di pantaloni da Trekking invernali, traspiranti ed impermeabili. Vi sono molti modelli come quelli di “Sci Alpinismo o Trekking invernali” con imbottiture all'interno dando quindi una “ zona di comfort ” fino a temperature molto basse, sarà opportuno l'utilizzo di ghette. Cosa sono ?

Le ghette, sono delle protezioni che permettono di isolare le gambe dalla neve e dall’acqua: si allacciano al polpaccio e scendono fino a coprire la parte superiore delle scarpe (alle quali si agganciano sui lacci), rendendo tutta l’area quindi impermeabile. Se non si dispone di pantaloni tecnici, si può' utilizzare il nostro pantalone semplice da trekking, ma.... risulterà freddo, dunque è assolutamente consigliato utilizzare una calza maglia “tecnica” con materiali traspiranti che fungono da “seconda pelle” quindi protettiva.



Si può' anche utilizzare un pantalone da neve “classico da discesa” ma essendo un azione e tipologia diversa di movimento, tendono ad essere troppo caldi...Io personalmente non li sopporterei MAI !!! sarebbero sicuramente ottimi è caldi per brevi tragitti o discese con sci o snowboard o rimanere semplicemente divertirsi nella neve.

Una volta coperte tutte le parti del corpo, dalla testa alle mani, dal busto alle gambe fino ad arrivare agli scarponi e rileggendo questi piccoli consigli prima della nostra uscita , potremo goderci la nostra giornata in Montagna.

Non ci resta che partire...Andiamo... Buoni Passi e Buona Montagna a tutti !!!

Stefano Saetta